Il packaging è l’abito del prodotto, lo preserva, lo racconta.

Deve essere emozionale ma anche funzionale.

E' presente nel momento del primo contatto con il prodotto e nel momento della decisione finale... spesso la sua storia continua anche dopo l’acquisto

La confezione di un  prodotto e, più propriamente, l’insieme delle attività messe in atto per la sua realizzazione.

 Il packaging è quella branca del marketing e attività di studio, progettazione e realizzazione di confezioni in grado di differenziare i prodotti e renderli facilmente riconoscibili agli occhi dei consumatori.

Oltre a costituire una risposta funzionale alle esigenze di imballaggio e protezione del prodotto, il package serve a identificare chiaramente la marca e il prodotto stesso e a dare informazioni circa le sue principali caratteristiche di produzione e d’uso.

II suo ruolo è andato aumentando di pari passo alla diffusione della distribuzione a libero servizio, perché è uno strumento per comunicare stimoli al consumatore proprio sul punto vendita dove la percezione dello stimolo può portare all’acquisto di impulso; il package, peraltro, può anche essere veicolo di operazioni di carattere promozionale come la distribuzione di buoni sconto e di omaggi.

Il packaging, inoltre, consente una politica di marca (branding).

Come evidenziato da Keller (2003), esso è l’elemento costitutivo dell’identità di marca più tangibile a cui si fa riferimento per la costruzione della marca stessa; esso contribuisce, inoltre, ad aumentarne la notorietà e l’immagine.

//studiofochesato.it/wp-content/uploads/2021/01/scatole-per-prodotti-packhelp-kvb.jpg
//studiofochesato.it/wp-content/uploads/2021/01/logo.png